Joaquin Piante a Lapio di Avellino 2012

Quando giunge il momento di stappare queste bottiglie le cose si fanno serie. Se per i vini di Joaquin ogni occasione è buona, per le Piante a Lapio occorre un pizzico di celebrità in più. Vino di identità precisa, frutto di una vigna centenaria con una resa bassissima di appena 50q e la produzione annuale di appena 3.500 bottiglie. Numeri produttivi bassi con una qualità altissima come in un Domaine della Borgogna, la specificità del terroir e la materia prima eccelsa hanno contribuito alla nascita di questo Cru che gode inoltre di una matrice specifica del suolo vulcanico. Si apre al naso con un bouquet straordinario e allo steso modo prosegue al palato. Ricco e complesso ma nello stesso momento comunicativo e leggibile. Un vino che affascina e rapisce in quanto particolarmente godibile e originale. L’ideale per integrare il vostro Cave da poter migliorare degnamente negli anni.

Produttore: Joaquin
95,16 € IVA inclusa

 

Caratteristiche

  • Nome del vino: JQN Piante a Lapio
  • Annata: 2012
  • Tipologia: Bianco
  • Vitigno: Fiano di Avellino 100%
  • Gradazione alcolica: 12,1%
  • Acidità: 7,5 g/l
  • Zona di produzione: in provincia di Avellino comune di Lapio
  • Composizione del terreno: vulcanico
  • Altitudine: 450 m/s.l.m.
  • Esposizione: Nord - Ovest
  • Forma di allevamento: a straseto
  • Età del vigneto: dagli 80 ai 100 anni, viti appartenenti al periodo prefillosserico
  • Densità media ceppi: per ettaro 3.500
  • Resa per ettaro: 50q
  • Modalità di vendemmia: manuale
  • Periodo di vendemmia: Ottobre
  • Maturazione: in legno
  • Legni utilizzati: castagno da 500 l permanenza 8 mesi
  • Capacità di invecchiamento: oltre 15 anni
  • Produzione media annuale: 3.500 bottiglie
  • Imbottigliamento: 12/02/2015

Considerazioni sull’annata

I vini prodotti nella 2012 si esibiranno in modo più esplicito e comunicativo rispetto all’annata precedente, coinvolgendo in tal modo diversi palati degli appassionati enoici. Complice un clima più mite e benevolo, dall’andamento costante, graduale. Troveremo quindi un equilibrio iniziale che si manterrà per tutto il periodo della maturazione che appunto già ad oggi si pone decisamente piutosto armonico. 

 

 

Notizie Relative all’andamento climatico

L’annata 2012 è stata caratterizzata da una temperatura stabile il che non ha provocato significative differenziazioni termiche tra il giorno e la notte. L’epoca della vendemmia è stata volutamente anticipata per preservare al meglio l’alto tasso dell’acidità e quindi di ottenere un vino alquanto vitale.