Schoffit Pinot Gris Grand Cru Rangen Clos Saint – Théobald 2009

La raccolta del Pinot Gris è avvenuta più tardi dal solito, così le uve hanno potuto raggiungere una bella maturazione. Nei giorni assolati della coda autunnale è arrivata anche la botrytis cinerea apportando agli acini già ricchi di zuccheri – la complessità aromatica e la concentrazione delle componenti. Tuttavia la fermentazione ha avuto qualche difficoltà per compiersi, ostacolata da un alto grado zuccherino attorno ai 100 g/l, in effetti la scelta di questo vino dovrebbe essere più orientata verso il dessert che una portata ordinaria, ma io vi consiglio di abbinarlo ad un classico delle cucina francese - Le foie gras de canard poêlé aux Griottines de Fougerolles.

Produttore: Schoffit
48,25 € IVA inclusa

Caratteristiche

  • Nome dell’azienda: Domaine Schoffit
  • Nome del vino: Pinot Gris Rangen Grand Cru Clos Saint – Théobald
  • Agricoltura: Integrata
  • Annata: 2009
  • Tipologia: Bianco
  • Vitigno: Pinot Gris 100%
  • Gradazione alcolica: naturale 13,4 %
  • Residuo zuccherino: 96 g/l
  • Acidità (tartarico): 5,6 g/l
  • Zona di produzione: nella regione Alsazia – località di Thann & Vieux – Thann – Grand Cru Rangen – Clos Saint Théobald
  • Composizione del terreno: di Rangen Grand Cru – unico in Alsazia ad essere vulcanico; composto da rocce silicee a base di lava dal colore scuro, capaci di immagazzinare un buona quantità di calore necessaria per ottenere vini durevoli e complessi. Il territorio del Rangen si distingue per le sue ripide pendenze che oscillano tra i 60/70 di percentuale questa è una condizione alquanto singolare, che da un lato impone un’organizzazione lavorativa ad hoc piutosto eroica, dall’altro invece dona ai vini un insieme di benefici che portano questa collina ad essere la più rinomata dell’Alsazia. Essendo Rangen il vigneto più meridionale di tutta la regione, tale requisito gli permette di apportare alle uve caratteristiche di maturità e compiutezza, che nei vini si trasformano in un carattere di precisa eleganza, complessità e originalità.
  • Altitudine: 320 - 450 m/ s.l.m
  • Esposizione: Sud
  • Forma di allevamento
  • Età del vigneto: 20/25 anni
  • Densità media ceppi per ettaro
  • Resa per ettaro
  • Modalità di vendemmia: manuale eroica
  • Periodo di vendemmia: ottobre
  • Macerazione
  • Lieviti indigeni
  • Legni utilizzati
  • Recipienti utilizzati: acciaio
  • Affinamento: in bottiglia 18 mesi
  • Capacità di invecchiamento: entro 10 anni
  • Produzione media annuale

 

Considerazioni sull’annata 

Dopo il 2007 e il 2008, due annate superbe, il 2009 si presenta cada e sonnolente, addirittura la più calda della 2011. Nonostante la precocità della maturazione, lo stato sanitario dei grappoli si è rivelato perfetto, dal profilo decisamente fruttato, queste ultime sono le caratteristiche distintive. E’ necessario sottolineare il grande potenziale di tutti i Pinot, bianchi (freschi e aromatici), e grigi in particolare. In generale i vini si caratterizzano per un buon livello d’alcol dovuto a dei rendimenti di fermentazione elevati, ma sostenuti da una bella acidità. I vini del 2009 si potranno apprezzare rapidamente.

 

Notizie Relative all’andamento climatico

Ritorniamo prima di tutto ai fatti salienti di questo 2009. Malgrado un germogliamento tardivo dovuto alla rigidità del clima invernale, la fioritura è avvenuta a inizio giugno, ossia prima rispetto ad un anno regolare grazie all’innalzamento delle temperature dei mesi di aprile e maggio. Quest’ultima si è svolta nel migliore dei modi, così come l’allegagione. L’anticipo di quindici giorni è stato mantenuto malgrado un mese di luglio piuttosto uggioso. Il mese di agosto, caldo e molto soleggiato, ha assicurato le condizioni ideali di maturazione dell’uva.

Specifiche di prodotto
Denominazione Rangen Alsace Grand Cru AOC