Schoffit Due Annate di Pinot Gris Grand Cru Rangen Clos Saint – Théobald

322,29 € IVA inclusa

Eccezionali bianchi vulcanici!

Pinot Gris Grand Cru Rangen Clos Saint – Théobald:
2010,2012

Spedizione gratuita

Produttore: Schoffit

I Pinot Gris provenienti dal Grand Cru Rangen si distinguono per concentrazione e ricchezza estrattiva. Nessun altro vitigno coltivato in questa zona riesce ad evocare così numerosi messaggi, il frutto di un connubio particolarmente felice che persiste tra il territorio e la pianta. L’idea principale che possiamo farci su Pinot Gris è legata alla sua pienezza, levigatezza e sempre presente nota affumicata, caratteristica di questo eccezionale terroir.

Due annate divertenti e curiose di un vino che passa come vocazione per un rosso, ma è un bianco di straordinarie qualità, si fa amare per il suo carattere coinvolgente, profumi equilibrati e un palato che non stanca mai.

  • ( I II III ) Schoffit Pinot Gris Grand Cru Rangen Clos Saint – Théobald 2010

    Una stagione fresca può rivelarsi salvatrice nei confronti delle uve, ad esempio proteggendole dall’invadenza solare che altrimenti avrebbe cotto gli acini. Grazie al tale compenso questo bianco nonostante un’alta concentrazione si presenta con un’agile freschezza. In Alsazia il rapporto tra gli zuccheri naturali, l’alcol e l’acidità determina la buona uscita di un vino, e l’aggregazione tra queste componenti definisce la sua qualità, cioè essere fini ed equilibrati, come questo 2010. I profumi ricordano il frutto maturo come pera, ci sono anche dei fiori e la sensazione minerale. Al palato il vino scorre setoso, è dotato di un’insolita ricchezza e complessità, rendendolo progressivo ed eterno. Non potete annoiarvi con lui!

    Scheda del vino >
  • ( IV V VI ) Schoffit Pinot Gris Grand Cru Rangen Clos Saint – Théobald 2012

    Il più giovane della batteria, ha appena quattro anni e si presenta molto bene. Il naso evidenzia note di funghi e humus con un sottofondo floreale sempre presente. Non rimangano nell’anonimato minerali e cristalli di sale che nel duraturo assaggio si legano alla perfezione con una variegata biodiversità floreale. Lo scenario finale è completato da un quadro che nella foresta trae le sue origini; il 2012 è un Rangen più magro e spillato, l’ideale per una cucina ricca e cremosa.

    Scheda del vino >